Edizione 2020

I solisti e i gruppi che hanno partecipato all'edizione 2020

Flysuit

Flysuit

Edizione 2020

I Flysuit nascono a Forlì nel 2014. Il gruppo da sempre si pone l’obbiettivo di valorizzare ed evidenziare le caratteristiche degli esseri umani e della società che li circonda. Nei testi e nelle musiche della band, c’è un grande richiamo all’amore, all’energia umana e alla natura – elementi fondamentali per vivere su questa terra. Il gruppo nonostante la giovane età ha all'attivo già diverse pubblicazioni: Input EP (2016), LiveRec (2017), Il Sogno EP (2018), L'urbano industriale (Live) (2019), LIVE // VillafrancaRock 2019 (Live @VillafrancaRock 2019) (2020). Il credo del gruppo forlivese si basa da sempre sui concerti; dopo anni di attività live e centinaia di spettacoli ha aperto gli spettacoli di artisti quotati come Blastema (Sanremo Giovani 2013), Pinguini Tattici Nucleari (Sanremo 2020) e Khorakhané (Sanremo Giovani 2007).

DamianK

DamianK

Edizione 2020

Damiano Ramberti (28/02/1996) intraprende in giovane età gli studi musicali, concentrandosi dapprima sullo studio del pianoforte, privatamente e in seguito presso il Conservatorio di Rimini G. Lettimi (fra il 2010 e il 2014) sotto la guida del Maestro Enrico Meyer, in seguito sulla composizione preferendo formarsi da autodidatta. Contemporaneamente sviluppa vari progetti, che lo vedono partecipe del gruppo “Operade” e del “Duo Georgico” esperienza cantautoriale che condivide con Marcello Maggioli. A partire dal 2016 con lo pseudonimo “Rama by Flamingo" firma produzioni musicali che spaziano dal genere EDM al Tropical House piuttosto che Drum and Bass o Rock and Roll. La passione per la musica si accompagna a quella per la parola: all’età di 15 anni incomincia a scrivere i testi per le sue canzoni e per i suoi progetti musicali. A partire dal 2017 intraprende un progetto cantautoriale dove si esibisce da solo o con una band di supporto cantando brani originali prevalentemente in italiano.

Francesco Medaglia

Francesco Medaglia

Edizione 2020

Scrivo e suono canzoni da molto tempo, cercando di reinterpretare a modo mio la tradizione cantautorale del nostro paese. Dopo anni di permanenza come cantante in alcuni gruppi in stile punk-rock, ho iniziato a presentare i miei brani in veste di solista, con un approccio più acustico ed intimo. Negli ultimi anni ho suonato in diversi locali ed eventi tra Trento e Bologna, dove ora studio. Per il futuro vorrei presentare un insieme di canzoni legate tra loro dal concetto di scontro e dialogo col diverso. Parte del mio repertorio è disponibile su:

https://soundcloud.com/meda-4

https://www.youtube.com/

Divine Miranda

Divine Miranda

Edizione 2020

I Divine Miranda, dove Miranda è l’oca di plastica presente ad ogni concerto, sono un duo synth pop composto da Sofia Mariani (voce e basso) e Luca Giuliani (voce e chitarra). Fondato nel 2017 e inizialmente ispirato alla scena indie rock inglese e americana, il gruppo conquista da subito i primi traguardi come le semifinali del Premio Daolio e il terzo posto al DistrArte Festival. Dopo due anni di frequenti esibizioni dal vivo, la band decide di rinnovare il proprio stile rendendolo più elettronico ed esplosivo: tale scelta viene premiata dai giudici del Tour Music Fest, che dopo le semifinali bolognesi li selezionano per partecipare alla finale nazionale di Roma. Contestualmente, pur mantenendo lo stesso genere eclettico e originale di impronta elettronica e innovativa, il gruppo avvia un progetto parallelo di composizione in lingua italiana che attualmente affianca quella anglofona ma che presto diventerà il fulcro della produzione del gruppo.

Less Hopeless

Less Hopeless

Edizione 2020

Less Hopeless è un progetto alternative pop contemporaneo nato nel settembre 2019 da un gruppo di tre amici musicisti, influenzati dalla musica di artisti come Twentyonepilots, Cavetown, Nick Murphy, Billie Eilish, Radiohead e i principali esponenti del mainstream britannico e americano. La loro musica nasce dall’unione e commistione di queste influenze e sfocia in brani e melodie orecchiabili, ma di stampo nostalgico e melanconico. In particolare, il loro progetto di debutto “Autumn Chronicles”, un EP di sei tracce, narra le esperienze degli autori in un autunno particolarmente significativo.